Linea guida BRC per la gestione dei lubrificanti ‘food-grade’ nell’industria alimentare

Il BRC ha recentemente pubblicato una linea guida per la gestione dei lubrificanti ‘food-grade’ nell’industria alimentare: Global Standard Food Safety Issue 7 – An introduction to best-practice lubrication procedures in the food industry.

La linea guida è così articolata:

  • 1. Introduzione
  • 2. Requisiti del BRC Global Standard for Food Safety
  • 3. Cos’è un lubrificante ‘food-grade’
  • 4. Scegliere un lubrificante ‘food-grade’
  • 5. Stoccaggio
  • 6. Utilizzo
  • 7. Smaltimento dei lubrificanti e dei loro contenitori
  • 8. Riepilogo delle Best Practices
  • Appendice 1: esempio di una checklist di verifica
  • Appendice 2: esempi di buone e cattive modalità di gestione

I lubrificanti ‘food-grade’ sono utilizzati nelle aree di produzione dove c’è la possibilità di un contatto diretto o accidentale con gli alimenti. Nonostante i lubrificanti ‘food-grade’ non siano ovviamente intesi per il consumo umano, sono formulati in modo da essere ritenuti innocui in termini di sicurezza qualora piccole quantità entrino nel processo produttivo.

Un metodo di identificazione dei lubrificanti ‘food-grade’ è proposto da NSF (National Sanitary Foundation) International, di cui si riportano alcune principali sigle:

NSF H1, lubrificanti che si possono impiegare in punti critici nell’industria alimentare, dove non si può escludere un contatto accidentale e imprevisto con gli alimenti

NSF HT1, lubrificanti usati come fluido diatermico per i sistemi di riscaldamento e raffreddamento chiusi  dove sussista il rischio di contaminazione accidentale

NSF 3H, lubrificanti accettati per uso come distaccanti su griglie, forni, piani di disossamento o altre superfici dure a contatto con i prodotti alimentari a base di carne e pollame per impedire che l’alimento aderisca durante la lavorazione.

I lubrificanti riconosciuti “food-grade’ da NSF International possono essere verificati in questo database.

Per i lubrificanti ad uso alimentare è inoltre presente la certificazione volontaria in accordo alla ISO 21469:2006 Lubrificanti a contatto occasionale con i prodotti – Requisiti relativi all igiene. La norma specifica i requisiti relativi all igiene per la formulazione, fabbricazione, uso e manipolazione di lubrificanti che possono venire in contatto occasionale con i prodotti e gli imballaggi utilizzati nell industria alimentare, cosmetica, farmaceutica, del tabacco o dei mangimi per animali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *