Il decreto legislativo n. 231 del 15 dicembre 2017 che disciplina le sanzioni per la violazione delle disposizioni del regolamento (UE) n. 1169/2011 (sanzioni etichette) è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 08/02/2018. Il decreto entra in vigore il 09/05/2018.

Per un approfondimento generale si consiglia questa lettura.

Per un approfondimento sulle responsabilità della GDO si consiglia questo articolo.

A titolo informativo il decreto legislativo si articola in 4 titoli, per un complessivo di 31 articoli.

Disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni del regolamento (UE) n. 1169/2011, relativo alla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori e l’adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del medesimo regolamento (UE) n. 1169/2011 e della direttiva 2011/91/UE, ai sensi dell’articolo 5 della legge 12 agosto 2016, n. 170 «Legge di delegazione europea 2015».

Titolo I – Principi Generali

Art. 1 – Campo di applicazione
Art. 2 – Definizioni

Titolo II – Disposizioni sanzionatorie per la violazione delle disposizioni di cui al regolamento [Reg. (UE) 1169/2011, ndMF]

Capo I – Violazione delle disposizioni generali in materia di informazioni sugli alimenti

Art. 3 – Violazione delle pratiche leali di informazione di cui all’articolo 7 del regolamento
Art. 4 – Violazione degli obblighi informativi da parte degli operatori del settore alimentare di cui all’articolo 8 del regolamento

Capo II – Violazione delle disposizioni relative alle informazioni obbligatorie sugli alimenti preimballati e delle relative modalità di espressione

Art. 5 – Violazione degli obblighi relativi all’apposizione delle indicazioni obbligatorie di cui all’articolo 9, paragrafo 1, all’articolo 10, paragrafo 1, e all’allegato III del regolamento
Art. 6 – Violazione degli obblighi relativi alle modalità di espressione, posizionamento e presentazione delle indicazioni obbligatorie di
cui all’articolo 9, paragrafi 2 e 3, e agli articoli 12 e 13 e all’allegato IV del regolamento
Art. 7 – Violazione delle disposizioni relative alla vendita a distanza di cui all’articolo 14 del regolamento

Capo III – Violazione delle disposizioni specifiche sulle indicazioni obbligatorie

Art. 8 – Violazioni in materia di denominazione dell’alimento di cui all’articolo 17, all’articolo 18, paragrafo 2, e all’allegato VI del regolamento
Art. 9 – Violazioni in materia di elenco degli ingredienti di cui all’articolo 18, paragrafi 1 e 3, ed all’allegato VII del regolamento
Art. 10 – Violazioni in materia di requisiti nell’indicazione degli allergeni
di cui all’articolo 21 e all’allegato II del regolamentO
Art. 11 – Violazioni in materia di indicazione quantitativa degli ingredienti, di cui all’articolo 22 e all’allegato VIII del regolamento e in materia di indicazione della quantità netta, di cui all’articolo 23 e all’allegato IX del regolamento
Art. 12 – Violazioni in materia di termine minimo di conservazione, data di  scadenza e data di congelamento di cui all’articolo 24 e all’allegato X del regolamento
Art. 13 – Violazioni in materia di indicazione del paese di origine o luogo di provenienza di cui all’articolo 26, e relativi atti di esecuzione, ed all’allegato XI del regolamento
Art. 14 – Violazioni in materia di titolo alcolometrico di cui all’articolo 28 ed all’allegato XII del regolamento
Art. 15 – Violazioni in materia di dichiarazioni nutrizionali di cui agli articoli da 30 a 35 ed agli allegati XIII, XIV e XV del regolamento
Art. 16 – Violazioni in materia di informazioni volontarie di cui all’articolo 36 del regolamento

Titolo III – Adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del Regolamento (UE) n. 1169/2011 e relative sanzioni

Capo I – Adeguamento della normativa nazionale

Art. 17 – Diciture o marche che consentono di identificare la partita alla quale appartiene una derrata alimentare ai sensi della direttiva n. 2011/91/UE del 13 dicembre 2011
Art. 18 – Distributori automatici
Art. 19 – Vendita di prodotti non preimballati
Art. 20 – Prodotti non destinati al consumatore

Capo II – Violazioni delle disposizioni nazionali

Art. 21 – Violazioni in materia di diciture o marche che consentono di identificare la partita alla quale appartiene una derrata alimentare di cui all’articolo 17 del presente decreto
Art. 22 – Violazioni in materia di indicazione obbligatorie nella distribuzione
di alimenti non preimballati attraverso distributori automatici di cui all’articolo 18 del presente decreto
Art. 23 – Violazioni in materia di indicazioni obbligatorie per la vendita dei prodotti non preimballati di cui all’articolo 19 del presente decreto
Art. 24 – Violazioni in materia di indicazioni obbligatorie per i prodotti non destinati al consumatore finale ed alle collettività di cui all’articolo 20 del presente decreto

Titolo IV – Disposizioni finali

Art. 25 – Clausola di mutuo riconoscimento
Art. 26 – Autorità competenti all’irrogazione delle sanzioni
Art. 27 – Procedure per le irrogazioni delle sanzioni
Art. 28 – Disposizioni transitorie
Art. 29 – Clausola di invarianza finanziaria
Art. 30 – Abrogazioni
Art. 31 – Entrata in vigore

Il testo integrale del decreto è disponibile sulla Gazzetta Ufficiale (cliccare qui).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *