Qualità dell’olio extra vergine di oliva: come influiscono le condizioni di stoccaggio

La qualità dell’olio extra vergine di oliva è influenzata dalle condizioni di stoccaggio: la temperatura può essere troppo alta e/o il prodotto viene esposto a luce ed ossigeno.

Il prodotto, una volta imbottigliato, attraversa inoltre molti passaggi, ognuno dei quali può contribuire in maniera negativa: magazzini interni, magazzini esterni (piattaforme logistiche), vendita al dettaglio e consumatori; per i prodotti esportati si aggiungono inoltre ulteriori passaggi.

Un interessante studio australiano si è posto l’obiettivo di determinare l’effetto delle condizioni di stoccaggio sulla qualità dell’olio.

Il documento misura i cambiamenti che avvengono nell’olio extra vergine di oliva quando conservato a temperature diverse, esposto alla luce o tenuto al buio, esposto o meno all’ossigeno. Il periodo analizzato copre tre anni. Sono stati monitorati sia i parametri chimici indice di ossidazione ed invecchiamento che le caratteristiche sensoriali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *