I contaminanti nella catena alimentare

I livelli di contaminanti negli alimenti e mangimi sono di solito troppo bassi per risultare nocivi ai consumatori e agli animali. Possono tuttavia provocare effetti come le intossicazioni alimentari e la loro presenza o il loro accumulo nel tempo può avere ripercussioni sulla salute animale e umana.

Che tipologie di contaminanti alimentari ci sono nei cibi e nei mangimi?

  • Tossine naturali: da funghi, alghe o piante, comprese alcune piante infestanti ed il plancton marino
  • Metalli e sostanze inorganiche: piombo, mercurio, sostanze come nitrati e fluoro
  • Medicinali veterinari non autorizzati
  • Contaminanti ambientali: prodotti chimici industriali e di consumo presenti nell’aria, nel suolo e nell’acqua
  • Contaminanti da processo: si formano durante i processi di trasformazione come la cottura ad alta temperatura

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *