È stata pubblicata la Raccomandazione (UE) 2019/794 relativa a un piano coordinato di controllo volto a stabilire la prevalenza di determinate sostanze che migrano da materiali e articoli destinati a entrare in contatto con i prodotti alimentari

L’obiettivo generale del piano di controllo è stabilire la prevalenza delle sostanze che migrano nei prodotti alimentari dai materiali destinati a entrare in contatto con i prodotti alimentari o la presenza di sostanze nel materiale destinato a entrare in contatto con i prodotti alimentari.

Le sostanze da sottoporre a test sono:

  • ammine aromatiche primarie (PAA) in utensili per cucina e per la tavola e materiali stampati destinati a entrare in contatto con i prodotti alimentari, compresi carta e cartone;
  • formaldeide e melammine in utensili per cucina e per la tavola, compresi gli utensili per cucina e per la tavola non convenzionali, come le tazze da caffè riutilizzabili che utilizzano additivi nella plastica derivati da fonti naturali quali il bambù;
  • fenolo in utensili per cucina e per la tavola, materiali verniciati o rivestiti e materiali da imbal­laggio di plastica, carta e cartone stampati,
  • bisfenoli, compreso il BPA e il BPS, in policarbonato (BPA) e polietersulfone (BPS); imballaggi di metallo rivestito (ad esempio lattine, coperchi),
  • plastificanti a base di ftalati e plastificanti senza ftalati in materiali e oggetti di materia plastica, in particolare quelli fabbricati utilizzando il po­livinilcloruro (PVC), quali fogli termoformati, imballaggi flessibili e tubature; chiusure e coperchi,
  • composti fluorurati in materiali e oggetti a base di carta e cartone, compresi quelli utilizzati per avvolgere ali­ menti fast-food e da asporto, prodotti di panetteria e buste di popcorn per mi­croonde,
  • metalli in utensili per cucina e per la tavola di ceramica, smaltati, di vetro e di metallo, compresi i materiali e gli oggetti di fabbricazione artigianale e tradizionale,
  • migrazione globale per utensili per cucina e per la tavola non convenzionali, come tazze da caffè riutilizzabili che utilizzano additivi nella plastica derivati da fonti naturali quali il bambù.

Il numero totale minimo di campioni raccomandato per l’Italia è 100 ed i controlli dovrebbero aver luogo dal 1o giugno 2019 al 31 dicembre 2019.

Il testo della Raccomandazione è consultabile qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *