Oli d’oliva: guida pratica all’etichettatura

olio extravergine di oliva

La “Guida pratica all’etichettatura degli oli d’oliva”, giunta alla sua seconda edizione aggiornata al 31/12/2018, vuole fornire agli operatori del settore uno strumento per commercializzare l’olio di oliva in modo corretto e positivo per il consumatore e per il produttore, sia con riferimento alle indicazioni obbligatorie in etichetta che a quelle facoltative.

Leggi tutto “Oli d’oliva: guida pratica all’etichettatura”

IFS: linea guida sul pest control

topo

La linea guida IFS sul pest control, disponibile al download gratuito qui, fornisce un’interpretazione dei requisiti del paragrafo 4.13 di IFS Food. 

Il tema del monitoraggio e controllo degli infestanti (pest control) è di grande importanza per le imprese alimentari. Questo è il motivo per cui è stato dedicato a questo argomento un intero paragrafo in IFS Food, in quanto è collegato sia direttamente che indirettamente ai temi dell’igiene e della sicurezza alimentare. 

Leggi tutto “IFS: linea guida sul pest control”

Export in Cina: guida per l’esportazione di prodotti agroalimentari

riso

L’ICE (Agenzia per la Promozione all’Estero e l’Internazionalizzazione delle Imprese Italiane) di Pechino ha aggiornato la “Guida per l’esportazione di prodotti agroalimentari in Cina”. Si tratta di un vademecum che – illustrando le crescenti opportunità insite nel mercato cinese – fornisce le linee guida di base sulle procedure per l’accesso a tale mercato. Utile soprattutto per le Aziende che non hanno ancora esportato in Cina e hanno intenzione di farlo.

Batteri resistenti: le verdure crude e l’insalata sono a rischio?

insalata

Le verdure crude e l’insalata sono popolari tra le persone che vogliono mantenere una dieta equilibrata e sana. Le varietà di insalate vengono spesso vendute confezionate e imballate in pellicola. È noto che questi tipi di prodotti freschi possono essere contaminati da batteri rilevanti dal punto di vista dell’igiene.

Leggi tutto “Batteri resistenti: le verdure crude e l’insalata sono a rischio?”

Listeria monocytogenes: focolaio legato al consumo di salmone affumicato

crostini salmone affumicato

Salmone affumicato a freddo e salmone marinato, sono la probabile fonte di un focolaio epidemico di Listeria monocytogenes che ha interessato Danimarca, Germania e Francia dal 2015 in poi. 

Fino all’8 ottobre 2018 nei Paesi interessati sono stati segnalati 12 casi, quattro dei quali mortali.

Nell’agosto 2017 la Danimarca riferisce il primo gruppo di casi connessi all’ingestione di salmone affumicato pronto al consumo prodotto in Polonia. Vengono messe in atto misure di controllo e informati altri Stati membri e autorità competenti nell’UE.

Nell’ottobre 2017 la Francia segnala il rilevamento dello stesso ceppo di Listeria in partite di salmone marinato provenienti dalla medesima azienda polacca di trasformazione, come accaduto nelle indagini sul focolaio epidemico danese.

In Germania il caso più recente legato al focolaio viene notificato nel maggio 2018.

A causa della mancanza di dati sul sequenziamento dell’intero genoma da campioni ambientali e alimentari prelevati nell’impianto di trasformazione polacco, non è possibile confermare, allo stato attuale, se la contaminazione si sia verificata nell’impianto sospetto. Inoltre, fino a quando dati sui produttori primari norvegesi del salmone utilizzato nei lotti contaminati non saranno trasmessi e valutati, non si potrà escludere la possibilità di contaminazione a livello della produzione primaria.

L’individuazione dello stesso ceppo di Listeria in un prodotto del salmone in Francia e un nuovo caso su uomo in Germania suggeriscono che la fonte della contaminazione possa essere ancora attiva e che i prodotti contaminati siano stati distribuiti ad altri Paesi dell’UE oltre alla Danimarca. Donne in gravidanza, anziani e soggetti immunodepressi corrono un rischio maggiore di contrarre la listeriosi.

Per maggiori approfondimenti qui il report dell’EFSA.